31 C
Messina
sabato, Giugno 25, 2022

Tremestieri a mezzo servizio. Lo scirocco colpisce ancora

Approdo di Tremestieri a mezzo servizio. Le mareggiate dello scorso fine settimana hanno in parte compromesso l’utilizzo del porto della zona sud e così le navi per le operazioni di imbarco e sbarco dei mezzi pesanti possono attraccare soltanto in uno scivolo. Corsi e ricorsi per una infrastruttura nata per risolvere il problema del passaggio dei mezzi pesanti dal cuore della città, opera finanziata grazie all’emergenza viabilità, ma che periodicamente non riesce ad assolvere al suo prezioso ruolo. Una storia vecchia più volte raccontata. La sabbia che si è depositata all’imboccatura dell’approdo va ora rimossa. Gli interventi di dragaggio che dovrebbero essere eseguiti dalla ditta che ha in gestione il molo, la Comet, partiranno soltanto dopo i necessari rilievi.

Un problema con il quale le compagnie di traghettamento, e la città aggiungiamo noi, sono costrette a convivere in attesa dell’altra opera giudicata fondamentale per la definita soluzione: il grande porto che si sta realizzando accanto all’approdo. Tuttavia su questo fronte c’è poco da esultare. I ritardi che si stanno accumulando suonano come un campanello di allarme. Appena il 25% degli interventi è stato ancora realizzato. Eppure parliamo di un’opera che doveva essere già completata. Su questo tema la UilTrasporti nei giorni scorsi ha chiesto l’intervento del Commissario straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro perché venga convocata una conferenza dei servizi per fare il punto ed evitare ulteriori stop ad un cantiere che vale 72 milioni di euro.

ULTIMI ARTICOLI

più popolari