31 C
Messina
sabato, Giugno 25, 2022

Tre linee di intervento per il recupero dell’affaccio a mare

Sono tre le linee di intervento che sono emerse a conclusione del confronto pubblico che l’Autorità di Sistema Portuale di Messina ha promosso per il recupero dell’affaccio a mare compreso tra lo foci dei torrenti Boccetta ed Annunziata. Il primo obiettivo, così come suggerito da cittadini, associazioni e professionisti è quello relativo alla tutela e valorizzazione dell’ambiente, con particolare attenzione alle condizioni di adattamento ai cambiamenti climatici. Nei suggerimenti poi anche il miglioramento dell’accessibilità delle aree interessate, per renderle inclusive e fruibili per tutti, potenziando la funzione pubblica degli spazi e favorendo la mobilità lenta e sostenibile. Infine, ma non ultima, la valorizzazione del patrimonio identitario, culturale e paesaggistico, attraverso la riqualificazione del patrimonio architettonico, la valorizzazione del rapporto tra la città e il mare e lo sviluppo economico e sociale. Il waterfront viene considerato uno spazio da restituire. Uno spazio dove dovrebbero convivere e integrarsi diverse attività e funzioni.

Un luogo bello da frequentare, dove si deve porre molta attenzione alla qualità, alla gestione e alla manutenzione degli spazi pubblici. Idee che ora dovranno essere tradotte in progetti. In interventi concreti su una vasta area che negli anni non ha certo seguito uno sviluppo armonico. Un confronto, quello con la città, che proseguirà anche nelle fasi successive alla pubblicazione del concorso di progettazione. Non sappiamo se questa sarà la volta buona per il recupero dell’affaccio a mare. Intanto si riparte da questo step per tenere alta l’attenzione su un tema che deve tornare al centro dell’interesse dell’opinione pubblica di una città che si estende sul mare ma che di fatto negli ultimi tempi non ha considerato lo stesso come una risorsa sulla quale investire.

ULTIMI ARTICOLI

più popolari