Spacciatore in bici tenta la fuga, arrestato dai Carabinieri

Notato dai Carabinieri mentre si aggirava in bicicletta a Sant’Alessio Siculo. Quando s’è accorto della presenza della pattuglia ha gettato via un marsupio ed ha tentato di allontanarsi. All’interno c’era droga.I Militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina hanno arrestato, in flagranza di reato, un 21enne, già noto alle Forze dell’Ordine, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Gli atteggiamenti sospetti del giovane erano stati notati dai Carabinieri che sono intervenuti per recuperare il marsupio e fermare il 21enne che, nel tentativo di sottrarsi al controllo, ha opposto anche resistenza . Riportato alla calma, il giovane è stato poi perquisito e trovato in possesso di oltre 18 grammi di hashish e circa 3 grammi di crack, già suddivisa in dosi La droga è stata sequestrata ed inviata ai Carabinieri del R.I.S. di Messina per le analisi di laboratorio. Il giovane pusher, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato ristretto agli arresti domiciliari. All’esito dell’udienza di convalida, il Giudice del Tribunale di Messina, convalidato l’arresto dei Carabinieri, sul conto dell’arrestato ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

I servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti proseguiranno, su tutto il territorio taorminese, al fine di fornire un’incisiva attività di prevenzione e di dissuasione dei malintenzionati dal compimento di specifici illeciti nell’ambito dello spaccio di droghe.

- Advertisement -