Procede la campagna elettorale. Nel centrodestra scoppia il caso Cucè

Apertura di campagna elettorale rinviata per Federico Basile. Il maltempo, ieri, non ha consentito la manifestazione programmata a piazza Duomo. Appuntamento a domenica 15 maggio. Intanto il candidato di Sicilia Vera ha presentato l’ottava lista per il consiglio comunale, quella formata da abitanti ed ex residenti delle zone baraccate.

Nel centro destra, mentre Maurizio Croce prosegue gli incontri sul territorio scoppia il caso Cucè. Il presidente uscente del Terzo Quartiere non è stato riconfermato nella competizione per la conquista della poltrona più importante. La coalizione ha scelto Alessandro Cacciotto di Fratelli d’Italia. Lino Cucè ha così deciso di lasciare Forza Italia. Valutazioni in corso su un suo possibile impegno in consiglio comunale.

Nel centro sinistra Franco De Domenico incassa il supporto di +Europa e Volt per una città che ha bisogno di guardare oltre, sostenibile, inclusiva, competitiva e aperta all’innovazione. Il candidato del centro sinistra nelle scorse ore ha anche parlato di un piano per lo sviluppo della mobilità urbana a sostegno delle attività commerciali.

Gino Sturniolo candidato di Messina In Comune ha incontrato i rappresentanti delle comunità Filippina e marocchina. Per domenica l’appuntamento è alle 11 all’Horcynus Orca di Capo Peloro per la festa dell’autogoverno. L’obiettivo è dare ai cittadini la possibilità di partecipare ai processi decisionali.

Impegni elettorali anche per Salvatore Totaro che sabato sera a piazza Cairoli ha incontrato elettori e simpatizzanti. Presentati i candidati delle due liste per il consiglio comunale. Il medico “no vax” sta portando in giro la sua proposta quella di curare Messina attraverso le tre s: sorpresa, sorriso, sostanza.

- Advertisement -