Ponte sullo Stretto, i costruttori messinesi: “Pronti alla sfida”

“Il Ponte sullo Stretto deve darci consapevolezza, perché le imprese messinesi sono pronte, già adesso, a questa sfida epocale.” Queste le parole del Presidente di Ance Messina Giuseppe Ricciardello che interviene nel dibattito ormai giornaliero sulla costruzione del collegamento stabile tra Sicilia e Calabria, ponendo l’attenzione su un aspetto della questione che riguarda direttamente il settore delle costruzioni: Per i costruttori l’opera ponte può avere un impatto molto positivo sull’edilizia e sul territorio esistono imprese qualificate e con operai già formati. “Sento troppo spesso dire che Catania e Reggio Calabria si sono già mosse per formare le maestranze che lavoreranno alla costruzione del Ponte, ma l’Ance Messina – chiarisce Ricciardello – ha già strutture, organizzazioni ed esperienza per preparare, dal punto di vista professionale e della sicurezza sui cantieri, le imprese e gli operai destinati a realizzare le opere connesse alla costruzione di questa opera epocale. L’associazione è pronta ad ospitare nella nuova sede la parte teorica dei corsi secondo quanto previsto dalle norme della contrattazione collettiva nazionale del lavoro in edilizia. Ricciardello è sicuro che le imprese messinesi siano in grado di iniziare immediatamente a lavorare: “Il Governo, la società concessionaria Stretto di Messina e i rappresentanti del General Contractor Eurolink – dice il presidente di Ance Messina – affermano che il Ponte partirà a giugno 2024, con i primi cantieri effettivi che, molto probabilmente, saranno quelli di strade e ferrovie indispensabili per collegare la rete infrastrutturale esistente al Ponte. Queste sono le opere che potranno essere eseguite dai costruttori iscritti all’Ance Messina titolari di imprese qualificate e specializzate, con il personale formato dal nostro sistema, anche se – sottolinea Ricciardello- non abbiamo nessun tipo di preclusione verso quelle imprese non associate presenti sul territorio o che verranno da altre parti del mondo, non solo dall’Italia, per un’opera unica nella storia dell’umanità. Noi, come Ance Messina, siamo pronti a dare loro il massimo sostegno e collaborazione non solo nella formazione e per la sicurezza, ma in tutto ciò che serve ad agevolarne il lavoro.”

Droga in un pacco postale: arrestato dai Finanzieri. Ancora stupefacente agli imbarcaderi

Nel corso delle ultime settimane i finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno sequestrato un chilo di cocaina in transito sullo Stretto di Messina,...
- Advertisement -