Piano di riequilibrio. Ok dalla Corte dei Conti. Via alla rimodulazione. De Luca: “Ho salvato Messina”

La Corte dei Conti da il via libera alla rimodulazione del piano di riequilibrio. Si è conclusa poco dopo le 12 l’audizione del sindaco Cateno De Luca davanti ai giudici contabili. Il primo cittadino ha illustrato le azioni messe in campo nel percorso di risanamento finanziario dell’ente. Si è tanto discusso in questi giorni sulla strategia di De Luca, sull’inserimento di quei debiti che hanno aumentato il rischio della dichiarazione del dissesto finanziario. Voci ora scomparse nell’ultima rimodulazione del piano pluriennale.

La Corte dei Conti concede adesso ulteriore tempo a Palazzo Zanca ed ha chiesto di inviare il nuovo testo con l’approvazione da parte del consiglio comunale che dovrà avvenire entro la fine di questo mese. Il sindaco questa mattina, dopo l’audizione, ha confermato le sue intenzioni: il 14 febbraio arriveranno le dimissioni e la palla passa al civico consesso.

Il primo cittadino come suo stile, quello che abbiamo imparato a conoscere in questi quattro anni, ha attaccato i consiglieri comunali “asini volanti” invitati ora a trattare la questione in aula.

Prima l’attacco poi la richiesta di confronto per spiegare le ragioni di un piano che la Corte dei Conti sarebbe ben disposta ad approvare. Tutto dovrà avvenire prima delle confermate dimissioni. De Luca è convinto: ha salvato Messina e, tra le lacrime e la commozione, lo ha detto chiaramente nella diretta facebook.

- Advertisement -