Nuove aule a Giurisprudenza. “Unime guarda al futuro”

Sono state inaugurate l’aula 5, intitolata a Salvatore Pugliatti, e l’aula 4 del Dipartimento di Giurisprudenza. Le due aule non solo sono state dotate di attrezzature all’avanguardia, ma sono state anche oggetto di restyling nell’arco di circa 3 mesi. La prima dispone di 80 sedute, mentre la seconda di 50. 

L’intervento ha riguardato gli impianti, sia elettrici che audio video, la messa a norma , poltrone, cattedre e tende.  L’intervento nel suo complesso ammonta a circa 300 mila euro a carico del bilancio.

Al taglio del nastro erano presenti il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea ed il Consigliere della Corte di Cassazione e Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, dott. Giuseppe Santalucia. Alla Cerimonia hanno preso parte, inoltre, la governance d’Ateneo, numerosi docenti e il personale del Dipartimento, il Direttore Generale, avv. Francesco Bonanno e l’avv. Simona Corvaja, Direttore del Dipartimento Amministrativo Servizi Tecnici.

“Oggi abbiamo inaugurato due aule al primo piano del Dipartimento di Giurisprudenza – ha detto il Rettore – mantenendo una promessa a cui tenevo molto. L’Aula “Pugliatti” e l’Aula 4 versavano in uno stato di degrado e sono orgoglioso del lavoro che è stato compiuto grazie al fattivo supporto del Direttore Generale, avv. Bonanno, dell’avv. Corvaja e degli uffici preposti. Sono molto onorato della presenza del Presidente ANM Santalucia e sono felice che abbia voluto per ben due volte tagliare il nastro.

Si tratta di una persona di grande rilievo formatasi su questi banchi e proprio in quelle aule. A lui ho anche chiesto, in qualità di Presidente CRUI, un momento di riflessione condivisa per affrontare e per migliorare il percorso dei Corsi di Studio in Giurisprudenza allo scopo di garantire e fornire le capacità di scrittura necessarie ai nostri studenti per affrontare il concorso in Magistratura”.

“Il rinnovamento delle aule di Giurisprudenza – ha aggiunto il dott. Santalucia – rappresenta un grandissimo successo. Io ritorno ad UniMe, dove ho studiato, dopo tanti anni e la ritrovo vitale, ringiovanita ed in movimento. È un Ateneo lanciato verso il futuro e capace di accogliere i ragazzi in maniera eccellente cambiando il proprio volto non solo dal punto di vista formale ed estetico, ma anche proponendosi quale approdo di incontro e di interscambio culturale fra studenti e docenti.

Creare un ambiente vivibile, bello, confortevole, arioso, luminoso ed in fermento riempie il cuore di speranza in vista del futuro. Sono lieto di aver partecipato a questa giornata e sono prontissimo ad instaurare un dialogo virtuoso con l’Università che, indubbiamente, rappresenta il luogo del pensiero e della ricerca grazie al quale potremmo progredire”. 

- Advertisement -