La lettera “sfogo” degli studenti di lingue dell’Unime: “Intrappolati e fuori corso per scarsa organizzazione”

Date:

- Advertisement -

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un gruppo di 50 studenti dell’Università di Messina che lamentano carenze organizzative:

Gentilissimi,
prima di esporre la seguente, anticipiamo che non scriviamo per giudicare o criticare nessuno, ma per cercare un riscontro positivo. Ci sentiamo di dover raccontare una situazione che sta comportando disagi all’interno del nostro corso di laurea.
Siamo un gruppo di 50 studenti . Studiamo lingue straniere all’università di Messina. Vi sembrerà assurdo ma siamo tutti fuori corso dal quarto anno in poi (arrivando addirittura al decimo anno di iscrizione).

Puntualizziamo che la durata normale del corso è di 3 anni. Non sappiamo il numero preciso, ma conosciamo tantissime persone rimaste intrappolate in questa facoltà da anni. Proviamo un grandissimo sconforto nel vedere, che solo noi rispetto agli altri cds riscontriamo queste difficoltà. Negli anni l’organizzazione interna del corso è peggiorata sempre di più e hanno reso sempre più difficile il raggiungimento della laurea, come la diminuzione degli esami scritti di lingua. Nel resto dell’ateneo è possibile prenotarsi ad un esame circa 10 volte l’anno. Invece noi possiamo svolgere le prove di lingua (materia principale) solo 3 volte l’anno, se l’esame dovesse avere esito negativo, si rimane in alcuni casi, bloccati con le altre materie, poiché si tratta di materie propedeutiche. Costretti dunque, ad attendere mesi per poter riprovare.

Recentemente, è stato disposto di dover svolgere esami esclusivamente online. I docenti hanno così cambiato completamente le modalità d’esame per le lingue, per molte di queste non siamo stati neanche avvisati su come dovesse essere svolto. È capitato infatti ad alcuni colleghi, di collegarsi in videochiamata il giorno dell’esame e scoprire al momento stesso la modalità d’esame. La cosa più eclatante è stata che i rappresentanti hanno chiesto linee guida, ma a questa richiesta ci è stato comunicato che le linee guida sugli esami erano state già pubblicate nel sito, quando in realtà, per molte di queste materie non vi era nulla, se non per alcune pubblicate a soli pochi giorni dall’esame; rifiutandosi quindi di aiutarci.

Non sappiamo più cosa fare per poter uscire da questo incubo. Tantissime persone si ritirano dopo aver investito soldi e anni di studio. L’amministrazione universitaria continua a non guardarsi intorno e chiedersi come mai ci siano così tanti studenti iscritti fuori corso da molti anni. Vorremo proporre una raccolta firme o altro, ma sappiamo già che non sortirà alcun effetto, poiché più e più volte sono state negate le richieste della rappresentanza studentesca. Speranzosi, ancora una volta avanziamo delle richieste di aiuto tramite questa lettera, e provare a rendere pubblico attraverso i giornali cosa stiamo passando, in modo da riuscire a trovare qualcuno che possa interessarsi a questa nostra sconfortante situazione.

Chiediamo solo di essere ascoltati. In gioco c’è il nostro futuro. Noi come altri, non abbiamo perso la voglia di migliorare e di portare avanti questo percorso di studi con dedizione, ma per farlo abbiamo bisogno di un ambiente universitario, che tenga conto delle nostre richieste di aiuto. Per niente stimolati, affrontiamo ormai questo percorso con scoraggiamento, anzi molte volte veniamo anche ridicolizzati, e la situazione la vede solo dall’esterno, e invece di darci ascolto si limita a giudicare chi con impegno e fatica, cerca ogni giorno di fare del suo meglio per costruirsi un futuro.

ACR Messina, luci sul mercato: i primi colpi sono Diego Simonetta e Manuel Di Palma

È ufficialmente iniziato, in mattinata, il calciomercato in casa ACR Messina: i primi colpi sono Diego Simonetta e Manuel Di Palma.L'annuncio dei primi neo-acquisti...

Crisi idrica, domani incontro in Prefettura, Basile: “Scoperta perdita a Santa Margherita”

“Domani, martedì 23 luglio, nel corso dell’incontro programmato in Prefettura – dichiara il sindaco Federico Basile in una nota - condivideremo con la cabina di...

Messana, confermato il difensore Alberto Mondello

La Messana ha ufficializzato la conferma del difensore Alberto Mondello in vista della prossima stagione agonistica.Dopo le conferme di Antonino Cannavò e di Alessandro...

Altre notizie

Muore improvvisamente in casa, la procura di Patti dispone autopsia

SANT'AGATA MILITELLO. Comunità scossa per la morte improvvisa della 40enne Giuliana Faraci. Il corpo della donna è stato ritrovato in casa questa mattina dai...

Crisi idrica, nasce l’osservatorio del Pd. “Amministrazione in confusione. Attenzione a risorse e distribuzione”

MESSINA. Il Partito Democratico annuncia l'insediamento di un Osservatorio Permanente sulla Crisi Idrica che sta vivendo Messina. Dubbi sulla gestione delle risorse da parte...

Sbarca a Messina con 12kg di cocaina nascosta in auto, arrestato 43enne

MESSINA. Nella tarda serata di sabato, nell’ambito dei servizi di polizia svolti al Porto di Messina sugli imbarcaderi che trasportano i turisti, la Polizia...

Villafranca, i precari del Comune sfilano in corteo con la Cisl: “Stabilizzare chi lavora”

VILLAFRANCA. E' partito dall’aula consiliare del palazzo municipale di Villafranca Tirrena il corteo dei lavoratori precari e Asu in attesa di stabilizzazioni del comune...