La Guardia di Finanza sequestra giocattoli e prodotti privi dei requisiti di sicurezza

I militari della Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina hanno sequestrato 131.700 giocattoli di carnevale ed altri articoli privi dei requisiti minimi di sicurezza prescritti dal “Codice del Consumo”, per un valore complessivo di oltre 35 mila euro. Sono stati eseguiti 14 interventi, nel corso dei quali sono state contestate violazioni amministrative nei confronti di altrettanti soggetti, titolari di esercizi commerciali dove sono stati rinvenuti gli articoli non conformi alle norme in materia di sicurezza prodotti, con conseguente segnalazione dei titolari alla Camera di Commercio per l’irrogazione delle previste sanzioni amministrative. I finanzieri del Gruppo di Messina hanno sequestrato 125.000 articoli (maschere, costumi, palloncini e gadget), privi della marcatura CE e di idonea etichettatura. Rilevata la mancanza del pittogramma che indica l’inadeguatezza degli articoli per i bambini da 0 a 3 anni (simbolo del bambino con barra trasversale di colore rosso). Ancora, le confezioni risultavano prive delle prescritte informazioni in lingua italiana sulle caratteristiche, dimensioni e componentistiche delle parti presenti, nonché sulle modalità di utilizzo. I controlli hanno riguardato anche la provincia. I finanzieri della Compagnia di Milazzo e delle Tenenze di Capo d’Orlando, Barcellona, Patti, Sant’Agata di Militello e Lipari hanno sequestrato oltre 6.400 prodotti, tra articoli di Carnevale e prodotti per la cura della persona, articoli di cancelleria e utensili per la cucina. Prodotti, anche in questo caso non a norma. Dunque “dannosi” per la salute degli utilizzatori. L’operazione testimonia, ancora una volta, il costante impegno profuso dal Corpo a presidio della sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità.

- Advertisement -