24.2 C
Messina
martedì, Settembre 27, 2022

Incidente Manganaro, arrestato un giovane per omicidio stradale. Guidava drogato e senza patente

Non è stato un drammatico incidente frutto del caso quello che lo scorso 4 agosto ha portato alla morte del 62 enne Giacomo Manganaro sulla A20. Un ragazzo di 21 anni, senza patente, è stato arrestato nelle scorse ore dalla Polizia con l’accusa di omicidio stradale.

La sua condotta sotto l’effetto di stupefacenti, alla guida di una Porsche, priva di assicurazione, avrebbe causato lo scontro. Nella tarda mattinata di ieri, operatori della Sottosezione Autostradale di Messina A-20 del Compartimento Polizia Stradale di Catania e del Comando Stazione Carabinieri di Giarre hanno eseguito la misura cautelare della custodia in carcere.


Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Messina, hanno consentito di ricostruire la dinamica di un grave incidente stradale sulla tangenziale. Secondo l’ipotesi formulata dagli uomini della Stradale, il giovane arrestato viaggiava a forte velocità alla guida di un SUV Porsche di grossa cilindrata, che, proprio a causa del mancato rispetto delle norme del codice della strada, avrebbe tamponato violentemente l’auto sulla quale sedeva la vittima insieme ad altri familiari rimasti lievemente feriti.


Il ragazzo era privo di patente, perché gli era già stata ritirata.
Sulla scorta dei rilievi tecnico-scientifici effettuati dalla polizia e degli ulteriori elementi acquisiti in fase d’indagine, il Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta della Procura della Repubblica di Messina ha applicato la misura cautelare della custodia in carcere per l’indagato.


A sottolineare la gravità dell’episodio, significativi sono apparsi i riferimenti alle modalità oggettive della condotta di guida, connotata da assoluta gravità e totale disinteresse per l’incolumità altrui

- Advertisement -