Inchiesta lavori Bisconte-Catarratti. Altri undici indagati

Non solo le tre misure cautelari nei confronti del soggetto attuatore dell’ufficio regionale per il dissesto idrogeologico e consigliere comunale Maurizio Croce, dell’ex direttore generale dell’Arpa Sicilia, Francesco Carmelo Vazzana, finito ai domiciliari e l’imprenditore catanese Giuseppe Capizzi, oggi sindaco di Melatto. Nell’inchiesta della procura sulla gestione dell’appalto dei lavori di messa in sicurezza del torrente Bisconte – Catarratti di Messina, operazione eseguita dal comando provinciale della Guardia di Finanza Peloritana emergono ulteriori dettagli sul sistema di corruzione messo in piedi e svalato dalla magistratura. Un fascicolo che vede complessivamenteundici indagati, 9 persone fisiche e 2 persone giuridiche. Si tratta del geometra barcellonese 67enne Antonino Cortese, in qualità di funzionario del dipartimento di Protezione Civile e difesa del suolo del Comune di Messina, direttore dei lavori dell’appalto per la riqualificazione del torrente Cataratti-Bisconte;della geometra 44enne Rossella Venuti, residente a Messina, in qualità di funzionario responsabile dell’Area tecnica I-Patto per il Sud nell’ambito dell’Ufficio per il dissesto idrogeologico diretto da Maurizio Croce. Come persone giuridiche sono poi state iscritte nel registro degli indagati due ditte del gruppo Capizzi, ovverola S.c.s. Costruzioni Edili s.r.l. e la Consorzio Stabile Progettisti e Costruttori, entrambe con sede a Maletto, in provincia di Catania, ma in luoghi diversi.

Nell’inchiesta ci sono poi altri quattro indagati, per i quali il Gip allo stato non ha deciso alcuna misura restrittiva. L’imprenditore messinese 60enne della Betoncall s.r.l.s. Rosario Arcovito, l’imprenditore brontese 31enneEmanuele Capizzi, il 58enne messinese Giovanni Pino e infine il 55enne brontese Davide Tommaso Spitaleri. Arcovito, Pino e Spitaleri sono considerati dalla Procura “soggetti fiduciari” di Giuseppe Capizzi (la contestazione è per tutti il finanziamento illecito ai partiti) che hanno fatto da tramite con Croce e Vazzana in occasione della ultima campagna elettorale per le amministrative in riva allo Stretto.

Festival di Cannes, la Palma d’Oro va ad “Anora” di Sean Baker

CANNES (FRANCIA) (ITALPRESS) – Era uno dei favoriti, “Anora”, e alla fine la commedia dell’americano Sean Beker ha conquistato la Palma d’Oro assegnata dalla...
- Advertisement -