Gioveni su risanamento: la chiarezza sulle priorità non deve essere un optional!

Date:

- Advertisement -

“Posto che le baraccopoli da risanare devono essere considerate tutte priorità, possibile che da quando vige sia Arisme (istituita con la L.R. n. 8/2018 art. 62 e con successiva delibera del Consiglio Comunale) sia la legge speciale sul Risanamento, non sia mai stato ad oggi pensato un chiaro ordine cronologico delle varie zone di intervento?”

E’ questo il principale interrogativo che si pone il consigliere comunale Libero Gioveni, capogruppo di Fratelli d’Italia, che proprio per fare chiarezza su un tema che rischia di creare la classica “guerra fra poveri”, aveva chiesto già nello scorso mandato la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario alla presenza dell’ormai ex Commissario per il Risanamento Cosima Di Stani.

A quell’invito l’ex Commissario non rispose – ricorda Gioveni – e oggi alla città (e solo attraverso articoli di stampa) è stato fornito solo un elenco di tutte le zone da risanare che però conosciamo tutti ormai da decenni, ma non è stato redatto, quanto meno ufficialmente, un cronoprogramma degli interventi o un ordine cronologico delle zone che saranno per prima oggetto di intervento radicale, quanto meno quelle che verranno dopo Camaro Sottomontagna (che però deve essere ancora completato con l’assegnazione di circa altri 30 alloggi ad altrettante famiglie che da 1 anno sono già inseriti in una graduatoria definitiva) e dopo via Catanoso a villaggio Aldisio per la quale si sta tentando di soddisfare la seconda graduatoria.

Non è possibile, né tanto meno accettabile, per esempio – prosegue il consigliere – che, a parte Rione Taormina o via Rosso da Messina, i residenti di altre zone di cui non si parla mai come via Nunzio Bicchieri, Ritiro zona ex Lavatoio, Fondo Vadalà, via Edoardo Morabito e via Biagio Calarco a Camaro San Luigi, Via La Rocca a Camaro S. Paolo, Bisconte, Santa Lucia, Bordonaro ecc., non debbano conoscere in quale punto del programma siano collocati.

Nell’attesa della nomina del nuovo Commissario e soprattutto del sub-Commissario – insiste l’esponente di FdI – sarebbe altrettanto importante chiarire, oltre all’esatto ordine delle priorità, se si ha anche la volontà, collateralmente ai percorsi già individuati con i progetti della “qualità dell’abitare” e del “progetto pilota” o dell’acquisto di alloggi sul libero mercato, di perseguirne altri come quelli del progetto Capacity o del project financing, da me da sempre auspicati.

Mi auguro, quindi – conclude Gioveni – che una volta nominato il sub-Commissario si proceda spediti e soprattutto nella massima trasparenza con le molteplici fasi progettuali ed opzioni messe in campo, perché la scommessa da vincere per cancellare le vergogne dell’ultimo secolo è troppo importante per Messina e il termine del 31 dicembre 2024 da poco prorogato non è poi così lontano.

Sorpreso ad incendiare rifiuti, 76 arrestato in flagranza di reato

MAZZARRA' SANT'ANDREA (ME). Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Furnari, nell’ambito di un servizio volto alla vigilanza della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea, dopo...

Rifiuti, Caminiti annuncia lo “spazzino di quartiere” e l’incremento della videosorveglianza

MESSINA. “Con l'approvazione del Piano Economico Finanziario 2022-2025, Messina potrà procedere ad importanti iniziative per la gestione dei rifiuti e il miglioramento della pulizia...

Rinnovato l’omaggio alla memoria di Paolo Borsellino e degli agenti della scorta

Si è svolta questa mattina - in occasione del trentaduesimo anno dalla strage di via D’Amelio - l’annuale commemorazione per ricordare il giudice Paolo...

Altre notizie

Tari più leggerà a Messina. Riduzione del 30%

“Adesso la tassa rifiuti a Messina è in linea con quella delle più virtuose Città metropolitane e l’andamento negli ultimi 10 anni è rappresentato...

“Jaan Rose cittadino onorario di Messina”. La proposta del consigliere La Fauci

Jaan Rose, l’atleta estone che ha attraversato lo Stretto sospeso a più di 200 metri su una slakline larga meno di due centimetri merita...

Stipendi arretrati. Infermieri del 118 in servizio a Giardini Naxos pronti allo sciopero

Ritardi nei pagamenti agli operatori sanitari che lavorano nel 118 all’Asp di Messina e scatta la protesta dei sindacati di categoria. Gli infermieri della...

Atletico Messina: restano Valerio Cuscinà, Marcello Farina e Gaetano Lembo. Il nuovo innesto è Antonio Foti

Il futuro dell’Atletico Messina si costruisce, sempre di più, sul recente passato: sono state confermate, nei giorni passati, le permanenze nell’organico biancoazzurro di Valerio...