Erogazione idrica. Ancora disagi a Messina nord

Insufficiente la pressione dell’acqua stamattina in diverse abitazioni della zona nord di Messina. E’ così da settimane denunciano i residenti ormai stanchi di disservizi prolungati nel tempo. Per Amam non risulta alcun problema e l’erogazione è regolare in tutta la città. Eppure qualcosa non funziona. Non siamo noi a dirlo, ma le tante segnalazioni che continuano a giungere da vari quartieri. Una stagione estiva caratterizzata dalle riduzioni che, secondo il sindaco Federico Basile, potrebbero essere conseguenza delle azioni messe in campo dall’Azienda Meridionale Acque nei confronti dei morosi. Ma tra i messinesi che denunciano il disagio ci sono anche quelli che, comunque, hanno sempre pagato con regolarità le bollette. L’acqua con il contagocce è diventata una costante a Messina nord mentre nella zona sud il bene prezioso finisce nel torrente. Accade a Giampilieri, dove non è stata ancora riparata la perdita segnalata nei giorni scorsi.

Amam ha programmato investimenti per 21 milioni di euro con l’utilizzo di risorse provenienti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. E se la prospettiva è quella di una serie di interventi che serviranno a migliorare la vetusta rete idrica, il presente non fa ben sperare e, al di là delle smentite che arrivano dall’azienda di Ritiro, il problema resta e da più di un mese famiglie ed attività commerciali fanno i conti con un servizio non adeguato alle esigenze della popolazione.

Furgone fuori strada. Incidente autonomo sull’A20

Incidente autonomo questa mattina sull'A20, la Messina - Palermo. È di un ferito il bilancio. Alle 9.35 un furgone è uscito di strada per...
- Advertisement -