Duplice omicidio a Camaro. Gli inquirenti analizzano un video che offre altri elementi utili alle indagini

Le immagini di videosorveglianza presenti nel luogo del delitto offrono altri particolari alle serrate indagini che carabinieri e polizia stanno eseguendo sul duplice omicidio di Camaro. Il video è stato pubblicato da gazzettadelsud.it. Grazie all’analisi dei fotogrammi sono stati acquisiti due ulteriori elementi: Cannavò deceduto qualche giorno fa al Policlinico, dopo essere stato sottoposto ad intervento chirurgico, era armato e nella viocenda ci sarebbe il coinvolgimento di un terzo uomo. Procura e ferze dell’ordine indagano ancora e potrebbero essere vicini alla chiusura del caso.

Quel pomeriggio di domenica 2 gennaio, Portogallo e Cannavò, probabilmente, erano andati a far visita al 37enne residente in via Morabito, già gambizzato a novembre dello scorso anno, non con un intento bonario. Il killer, ora ricercato, avrebbe risposto al fuoco per difendersi. Ma Cannavò voleva solo “avvertire” o voleva “uccidere”? Questa una delle domande alla quale bisogna dare risposta.

“Dopo l’arrivo in via Morabito di Portogallo e Cannavò, – scrive il quotidiano cittadino – transita un altro scooter con un altro uomo in sella che va verso il luogo della sparatoria e dopo alcuni secondi torna indietro sullo stesso tragitto e va via. Ha avuto un ruolo nella vicenda? Oppure si è trovato in quella strada per puro caso?”

Il 37enne dopo aver sparato con una pistola calibro 9per21 è fuggito da casa ed è irreperibile dal 2 gennaio.

Il Napoli cambia ancora, via Mazzarri, arriva Calzona

NAPOLI (ITALPRESS) – “Walter Mazzarri è un amico della famiglia De Laurentiis e soprattutto un amico del Napoli. E’ sempre doloroso esonerare un amico,...
- Advertisement -