Consorzio Autostrade, concorso bloccato. Lettera dei precari al ministro Orlando

Sulla scrivania del Ministro del Lavoro Andrea Ornado c’è una lettera partita da Messina e firmata da decine di lavoratori precari del Consorzio Autostrade Siciliane che stanno vedendo sfumare l’occasione della loro vita a causa dello stop imposto al concorso che avrebbe potuto stabilizzarli.

“Appello dal profondo Sud” si legge nel documento che rappresenta la posizione del sindacato Orsa. La vicenda viene così riassunta:

“Il 25 marzo scorso il Consorzio Autostrade Siciliane (CAS) pubblica sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana il concorso pubblico, per titoli e prova idoneativa per la copertura con contratto a tempo indeterminato – in regime di part time al 25% – di complessivi 105 posti di Agente Tecnico Esattore.

Le domande di partecipazione, come da bando, pervengono al CAS entro 30 giorni dalla data di pubblicazione.

Nell’imminenza della pubblicazione da parte del CAS della graduatoria degli ammessi alla prova idoneativa (siamo ai primi giorni del mese di giugno) arriva l’amara notizia che un articolo della legge di stabilità finanziaria 2022, pubblicata su Gazzetta Ufficiale il 28 maggio scorso, sospende la procedura.

Di seguito l’articolo 12 comma 15: “E’ fatto divieto, fino al 31 dicembre 2022, di procedere a nuove assunzioni. Promozioni e modifiche della pianta organica in Società partecipate, all’Irfis-Finsicilia S.p.A. ed in enti sottoposti a controllo e vigilanza della Regione. Il suddetto divieto si applica anche ai procedimenti di reclutamento già avviati alla data di approvazione della presente legge determinando la sospensione degli stessi. Gli atti posti in essere in contrasto con quanto previsto dal presente comma sono nulli.”

Fin qui quanto esposto, ma Orsa e lavoratori specificano che il CAS è un ente di gestione autostradale che vive di risorse proprie, non è sul bilancio della Regione Siciliana, non ha trasferimenti diretti in conto spesa. Inoltre “Le norme proposte per lo svolgimento del concorso non comportano maggiori oneri finanziari a carico del bilancio consolidato della Regione siciliana. In pratica lavoratori e sindacati ritengono che le assunzioni possano scattare perché non comporterebbero alcuna violazione al patto di stabilità. E poi la provocazione: “Siamo forse vittime designate di di mala politica, di beghe sorte tra i deputati regionali e vendette trasversali. In novembre ci saranno le elezioni regionali qui, in colonia siciliana … “, si legge ancora nella lettera inviata al Ministro.

E poi il lungo elenco di firme e i riferimenti lasciati al Ministro affinché intervenga, se interessato alla vicenda. E si attende almeno una telefonata da Roma

Festival di Cannes, la Palma d’Oro va ad “Anora” di Sean Baker

CANNES (FRANCIA) (ITALPRESS) – Era uno dei favoriti, “Anora”, e alla fine la commedia dell’americano Sean Beker ha conquistato la Palma d’Oro assegnata dalla...
- Advertisement -