Cocaina nascosta dentro gli “stop” dell’auto. Arrestato corriere calabrese

MESSINA. Quasi tre chili e mezzo di cocaina, nascosti all’interno dell’auto dietro i fanali posteriori. Sono stati i Carabinieri della Compagnia Messina Sud ad intercettare il carico di stupefacente arrestando in flagranza di reato il corriere. Un cittadino calabrese di 52 anni, già noto alle forze dell’Ordine.

Nel corso di servizi coordinati per il controllo del territorio, finalizzati, nello specifico, al transito dei passaggi presso la rada San Francesco, i Militari della Stazione di Bordonaro hanno fermato l’auto con alla guida il 52 enne che mostrava un insolito nervosismo non fornendo plausibili ragioni circa i suoi spostamenti. Scattata dunque la perquisizione personale e veicolare.

Il nascondiglio della droga, esattamente 3 chili e 400 grammi di cocaina, era stato ricavato all’interno di due vani appositamente ricavati dietro gli stop posteriori. La cocaina era suddivisa in cinque panetti “avvolti” da una pellicola trasparente al cui interno vi era della ‘nduja, un insaccato tipico calabrese, collocato forse per disorientare con l’odore i cani eventualmente impiegati nei controlli.

La droga, sottoposta a sequestro, è stata inviata al Policlinico Universitario “G. Martino” di Messina per le analisi di laboratorio che hanno accertato la purezza della sostanza stupefacente e pertanto l’uomo è stato arrestato, in flagranza di reato, per trasporto di droga.

- Advertisement -