21.8 C
Messina
domenica, Settembre 25, 2022

Caro bollette. Confcommercio e Comune cercano soluzioni condivise

Confcommercio e Comune di Messina provano a costruire una strategia condivisa per fronteggiare le conseguenze degli aumenti delle bollette. Un problema che incide sui bilanci delle famiglie, delle imprese ed anche degli enti locali. Tre i punti: aiuti per le aziende in crisi che non possono affrontare i costi delle bollette triplicate; aiuti nella gestione del debito con l’amministrazione comunale per oneri pregressi; e potenziamento della rete locale dei commercianti e degli operatori turistici. Il presidente di Confcommercio Carmelo Picciotto ha incontro l’assessore al Commercio Dafne Musolino, alla quale è stato chiesto un serio impegno da parte dell’amministrazione comunale a sostegno delle aziende in crisi.

“Oggi – dichiara Picciotto – si rende necessario agire su tre fronti, sostenere gli imprenditori, agevolare il pagamento dei tributi comunali, ma tenendo conto delle difficoltà di chi con grande coraggio continua a fare impresa, e puntare sulla forza della rete, sulla capacità di modificare il sistema che solo agendo uniti i commercianti possono avere.”

Le rassicurazioni offerte da Palazzo Zanca, tuttavia, non bastano. L’associazione di categoria ha chiesto la convocazione di un tavolo tecnico che veda coinvolti tutti i soggetti interessati, che monitori il territorio e lo stato di salute delle aziende ma soprattutto che programmi strategie efficaci e a lungo termine. Ma l’aumento dei costi dell’energia elettrica rischia di incidere anche sui servizi pubblici essenziali come quello del trasporto pubblico locale. A tal proposito si registra l’allarme lanciato dal presidente di Atm Campagna componente della giunta di Asstra.

- Advertisement -