21.8 C
Messina
domenica, Settembre 25, 2022

Campagna elettorale e temi. Di cosa parlano i politici?

Una campagna elettorale con pochi programmi, proposte vecchie, tra queste sempre la vicenda del Ponte sullo Stretto, ed un confronto inesistente. A poco più di 20 giorni dal voto che in Sicilia sarà doppio, c’è sempre meno spazio per le questioni reali. Poi, dopo il 25 settembre, commenteremo soprattutto il dato sull’astensionismo e ci domanderemo il perchè.

Ma, tolti gli slogan, la politica cosa sta raccontando alla gente? Quella che fa i conti con la crisi economica causata dalla pandemia prima ed ora alimentata dai rincari delle bollette sui consumi. Quali prospettive per le imprese che con fatica provano a mantenere in piedi le loro attività? Leggiamo dei sondaggi ed ognuno, se pensiamo ai principali competitori alla partita per la Regione, ritiene di avere la vittoria in tasca. Ma tutto ciò interessa davvero?

Da mesi ci viene detto che i fondi del Pnrr sono una opportunità, un treno che passa una volta sola. Come vogliamo impiegare queste ingenti risorse. Forse come è stato fatto in passato con i fondi europei che la Regione non è stata in grado di spendere per mancanza di progetti? Dai candidati pretenderemmo una risposta nel rispetto dell’intera comunità che dovrà scegliere chi deve amministrare la Sicilia nei prossimi anni. Quali investimenti previsti per la sanità nel momento in cui chiudono presidi ospedalieri e l’assistenza territoriale in alcune zone sembra essere soltanto un lontano ricordo.

Capitolo infrastrutture. Per favore non diteci sempre e solo che il Ponte sullo Stretto è l’opera che rilancerà la Sicilia. I candidati di ogni schieramento sono a conoscenza delle condizioni delle autostrade, delle strade provinciali. Chi aspira a diventare presidente della Regione o deputato sa che per raggiungere Trapani da Messina utilizzando il treno, ben che vada, ci voglio due cambi e si impiega 10 ore? No. Non lo sanno. Perchè hanno perso il contatto con la realtà. La Sicilia è una regione con un vasto patrimonio culturale. È l’isola del turismo. Ma questo settore genera ricchezza per tutti e durante tutto l’anno. I temi da affrontare ci sono eccome.

Le soluzioni, quelle che si possono realizzare no. Solo slogan, annunci da rilanciare sui social ed un confronto, sale della democrazia, che manca.

- Advertisement -