Atm potenzia i servizi. Ridotta la frequenza del tram

ATM SpA è pronta a potenziare ulteriormente il servizio di trasporto pubblico locale. A partire dal primo marzo, le vetture in servizio del tram diventeranno sei, con la frequenza che in questa prima fase scenderà da 20 a 17 minuti, per poi arrivare gradualmente a 15 minuti. Sempre dall’inizio del mese prossimo, verranno  modificate le linee 24 e 20, che saranno potenziate dalle linee 20 bis e 24/; e saranno aggiornati gli orari della linea 16/ (Piazzale Todaro – Gravitelli), che avrà anche una corsa in più.
La linea 24, che serve la Panoramica e il Papardo e quotidianamente accoglie a bordo una fetta importante della popolazione universitaria che deve raggiungere il polo Papardo, arriverà in centro città, prolungando il percorso dal Museo regionale di Messina fino alla Stazione centrale in tutte le corse, e non solo in determinate fasce orarie come avviene attualmente, facilitando così in maniera significativa gli spostamenti degli universitari.
Il nuovo percorso della linea 24 si snoderà nel seguente modo: Papardo – Panoramica – Terminal  Museo, con proseguimento fino a Piazza Cairoli e arrivo alla Stazione centrale. Nel percorso inverso la  nuova linea 24 passerà da via T. Cannizzaro, Corso Cavour, viale della Libertà, Museo, Panoramica e  Papardo. La frequenza sarà di 35 minuti, inferiore a quella attuale nonostante il prolungamento del tragitto. La linea 24 sarà inoltre integrata dalla linea 24/, che collegherà  C/da Badessa e C/da Serri (Papardo) con il Terminal Museo passando dalla litoranea, con una maggiore offerta di trasporto pubblico locale in quella porzione di territorio particolarmente popoloso.
Sempre dal primo marzo verranno potenziati i collegamenti tra il centro, la zona di San Licandro e l’Annunziata. La linea 20 (San Licandro – Annunziata alta) partirà dal Cavallotti a arriverà a  San Licandro, passando dal corso Cavour, via Garibaldi e viale Giostra e proseguirà fino a via P. Nenni (Annunziata) e sarà potenziata dalla linea  20 bis, che passerà da corso Cavour, via Garibaldi e viale Boccetta e proseguirà fino a via P. Nenni (Annunziata). L’integrazione delle linee 20 e 20 bis consentirà, nelle fermate in comune, di avere una frequenza di 40 minuti, con un abbattimento dei tempi di attesa, che ad oggi – con la sola linea 20 – è di un’ora e un quarto.
“Siamo orgogliosi di poter dire che oggi il mezzo pubblico rappresenta davvero una valida alternativa all’auto privata e la mobilità sostenibile non è più un’utopia per Messina”, dichiarano il sindaco Federico Basile ed il vicesindaco Salvatore Mondello.
“Il servizio di trasporto pubblico locale continua a crescere e a dare risposte sempre più soddisfacenti ai cittadini. Grazie alle modifiche in vigore dal primo marzo miglioriamo ulteriormente la mobilità in città”, afferma il presidente di Atm Spa Giuseppe Campagna.

Droga in un pacco postale: arrestato dai Finanzieri. Ancora stupefacente agli imbarcaderi

Nel corso delle ultime settimane i finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno sequestrato un chilo di cocaina in transito sullo Stretto di Messina,...
- Advertisement -