27.6 C
Messina
giovedì, Agosto 18, 2022

Assunzioni bloccate al Cas, De Luca (M5S): «Decisione assurda, autostrade siciliane in condizioni vergognose»

«A cosa è servito trasformate il Cas in ente pubblico economico se poi la peggiore politica deve continuare a tenere i lavoratori al guinzaglio dietro la promessa di una nuova contrattualizzazione e i precari storici dietro la promessa di una stabilizzazione?» Il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca interviene a muso duro sulla decisione del Governo Musumeci di bloccare il concorso bandito al Consorzio Autostrade Siciliane per l’assunzione di 105 Agenti Tecnici Esattori, rinviando di fatto tutto a dopo le elezioni regionali.

Il provvedimento emanato dall’Assessorato regionale delle infrastrutture e mobilità si rifarebbe alla legge regionale 13 del 25 maggio 2022 (Legge di stabilità 2022-2024) , in virtù della quale anche al Consorzio autostrade sarebbe imposto il divieto di nuove assunzioni, la sospensione dei bandi in essere, le promozioni e le modifiche alla pianta organica, ma secondo il parlamentare pentastellato si tratta di cavilli e la colpa è da attribuire interamente alla Giunta regionale, che non ha mosso un dito nei confonti dei partiti che sostengono il governo regionale per escludere il CAS dall’applicazione di questa norma».

«Il Governo Musumeci – incalza ancora il parlamentare regionale – dimostra ancora una volta tutta la sua incapacità a trovare soluzioni anche ai problemi più semplici, finendo per penalizzare i lavoratori, soprattutto quelli precari, e gli utenti».

«Le nostre autostrade – continua l’on. Antonio De Luca – sono una bomba ad orologeria pronte a scoppiare: manutenzione, cantieri infiniti, caselli senza personale, gallerie non a norma, manto stradale in condizioni pietose, segnaletica obsoleta e spesso nascosta, sono colpevolmente lasciati allo sbando più totale».

«Mi chiedo – conclude il deputato pentastellato – come si possa pensare di fare turismo in questo modo. In estate, le nostre autostrade vengono letteralmente prese d’assalto e viste le pessime condizioni in cui versano, sia dal punto di vista strutturale che dei servizi offerti agli utenti, sono un pessimo biglietto da visita per tutta la Sicilia. Il presidente Musumeci e tutta la sua giunta dovrebbero arrossire dalla vergogna, invece parlano di miglioramenti e progressi che nessuno in questi cinque anni ha visto. Anzi sono riusciti nel miracolo di riuscire a peggiorare una situazione già penosa di suo».

ultimi articoli

La Vara rivolta verso la facciata della Cattedrale

Al fine di recuperare l’antica simbologia nella quale “Gesù porge l’Anima di Maria a Dio Padre”, raffigurato nella parte sommitale del Portale del Duomo,...
- Advertisement -

più lette