Articolo Uno Messina nel nuovo PD. “Per rigenerare la sinistra”

La comunità politica di Articolo Uno della Provincia di Messina ha seguito con attenzione l’evolversi del quadro politico, dopo l’elezione di Elly Schlein alla Segreteria Nazionale del Partito Democratico. Di fronte ad un “fatto nuovo” per le modalità – attraverso l’esito inatteso delle Primarie  – e per i contenuti – in discontinuità con il recente passato – si è avviata una fase di ascolto e confronto con i riferimenti territoriali e i gruppi locali per valutare in maniera partecipata l’attuale fase politica e capire insieme come interpretarla.

Venerdì pomeriggio a Capo d’Orlando – per il comprensorio dei Nebrodi – e Domenica mattina a Messina – per il capoluogo e le zone  jonica e tirrenica -, iscritte ed iscritti, insieme a nuovi simpatizzanti, tra cui molti giovani e rappresentanti istituzionali, si sono confrontati per verificare se e come ricollocare il proprio impegno di militanza, dopo l’esaurimento dell’esperienza di Articolo Uno.

La valutazione condivisa emersa dall’Assemblea Provinciale è che la Segreteria Schlein possa rappresentare l’innesco per una rigenerazione profonda, politica e organizzativa, necessaria specie in una fase in cui destre pericolose e retrograde governano il Paese.

Dentro questo spazio, complicato e difficile, del nuovo PD c’è la sfida per la nostra comunità e l’opportunità per rilanciare una militanza collettiva” si legge nel documento politico approvato dall’Assemblea Provinciale: una militanza che provi ad incidere concretamente nella realtà, rinunciando a esperienze di testimonianza, legittime ma poco efficaci.

Il recupero dell’identità e la capacità di tornare ad essere rappresentativi, ritrovando il proprio insediamento nel mondo del lavoro ed offrendo risposte all’altezza sui temi della transizione energetica, dei diritti sociali e civili insieme, della pace, appare la strada intrapresa dal nuovo PD. La presenza di Schlein alle commemorazioni per l’uccisione di Pio La Torre e Rosario Di Salvo e, il Primo Maggio, a Portella della Ginestra indicano, anche fisicamente, un riposizionamento del Partito Democratico.

 “Aderiamo al nuovo PD per dare il nostro contributo a sostenere la ricostruzione della sinistra, radicale nei valori e riformista nella pratica, di cui il Paese, la Sicilia e la nostra provincia ha un grande bisogno”  si conclude così il documento indicando la direzione che la comunità politica di Articolo Uno intende perseguire: “Per questo siamo pronti a spenderci mettendo a sistema la nostra comunità politica e la nostra rete territoriale, ma mantenendoci estranei alle contrapposizioni correntizie”.

Nel corso dell’assemblea sono state approvate anche le linee guida per l’attivazione di una scuola politica “Quinto Stato. Politica in formazione” che si intende mettere a disposizione delle forze politiche, sindacali, associative e civiche del campo progressista, quale strumento di formazione rivolto soprattutto a giovani e amministratori.

Meloni “Raggiunto al G7 l’accordo sugli asset russi”

BARI (ITALPRESS) – “L’eroica resistenza degli ucraini ha impedito a Putin di portare a compimento il suo piano e la compattezza dell’Occidente ha assicurato...
- Advertisement -