Alloggi Iacp a San Giovannello. Ma che fine hanno fatto i lavori promessi?

A dicembre del 2020 l’annuncio dell’assessore regionale ai lavori pubblici Marco Falcone. L’impegno del Governo Musumeci per porre fine ad uno scempio tutto messinese. Iopo la realizzazione dell’ennesimo nostro servizio di denuncia la regione stanziava 4 milioni e 200 mila per completare gli alloggi Iacp di San Giovannello. Ma l’incompiuta resta al suo posto e nessun intervento è stato ancora realizzato. Eppure l’appalto era stato anche affidato dall’Urega alla rete temporanea di imprese Suron srl-Blas costruzioni con un ribasso del 17,7%.

Le palazzine di San Giovannello abbandonate nel 1992 continuano a marcire. Ed è passato più di un anno dall’annuncio di Falcone. Quali prospettive all’orizzonte? Perchè l’ulteriore ritardo? Dal recupero di quegli scheletri dovrebbero essere realizzati 30 nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica che l’Istituto Autonomo Case Popolari potrebbe mettere a disposizione della città. A Messina gli appartamenti servono. Lo dimostra l’azione messa in campo con il riconoscimento dei poteri straordinari lo stanziamento di risorse per il risanamento. La questione non è solo abbattere le baracche e riqualificare interi quartieri ma anche trovare o costruire nuovi appartamenti. San Giovannello continua ad essere il simbolo di cosa la politica per decenni non sia riuscita o non abbia voluto fare. A proposito dello Iacp. La regione aveva annunciato anche il passaggio delle aree nelle competenze del Comune, tra queste i parchi urbani di Camaro Sant’Antonio e del Volano. Anche in questo caso registriamo solo ritardi e tempi indefiniti. E le opportunità si sprecano.

Mattarella “Urgente definire nuovo patto Ue per l’immigrazione”

ROMA (ITALPRESS) – “Il fenomeno migratorio è un fenomeno che abbiamo il dovere e la possibilità, come Unione, di assumere come compito comune per...
- Advertisement -