San Michele: ipotesi passerelle sul torrente, lunedì tavolo tecnico

Le decisioni a tutela delle vite umane a San Michele devono essere assunte, oltre le polemiche, oltre gli sbagli di chi lascia l’auto nel torrente. La zona è densamente abitata, le case non sono abusive, i rischi sono evidenti.

Ieri dopo l’ennesima alluvione il sindaco Cateno De Luca ha effettuato un sopralluogo nella zona interessata ancora una volta da una tragedia sfiorata. Le prime decisioni dovrebbero essere assunte lunedì durante una riunione tecnica convocata a Palazzo Zanca. Si ipotizza la realizzazione di passerelle pedonali che possano consentire a chi abita oltre il torrente di attraversarlo in sicurezza. Percorsi tecnici da studiare per soluzioni che, comunque, sono provvisorie.

Il progetto definitivo per San Michele infatti c’è, vale 7 milioni e 900 mila euro, ed è da finanziare con fondi regionali. L’iter burocratico però è praticamente tutto da avviare. Il sindaco ha realisticamente ipotizzato un periodo di almeno due anni prima dell’inizio dei lavori per questo si pensa intanto ad intervenire per garantire i requisiti minimi di sicurezza, oggi assenti. Prossima settimana dunque determinante per San Michele. Il consiglio del V quartiere sta intanto fornendo tutta la sua collaborazione.

- Advertisement -