Altri anziani positivi dentro la casa di riposo “Come d’incanto”

MESSINA. Sono 24 al momento i tamponi eseguiti agli anziani ospiti della casa di riposo “Come d’incanto” di via Primo Settembre. Ed il numero dei positivi al coronavirus sale a 20. Nel pomeriggio il sindaco De Luca e l’assessore alla Protezione civile Minutoli hanno effettuato un sopralluogo. La delicata vicenda è al centro di una riunione, in videoconferenza, che si sta tenendo in questo momento.

«La situazione alla casa di riposo ‘Come d’Incanto’ a Messina è veramente tragica chiediamo un intervento del sindaco, della Protezione civile e delle aziende sanitarie, non possono lasciare morire così i nostri familiari». Queste le parole di Giorgio Millemaggi, uno dei familiari dei pazienti anziani che si trovano nella casa di cura.

«Il personale è rimasto bloccato dentro da giovedì senza aiuto e senza ricambio ed è stremato – prosegue – non possono farcela da soli. Tutti gli anziani, anche i non positivi sono in grossissima difficoltà e hanno bisogno di un’adeguata assistenza. È disumano lasciarli soli. Vi prego, mandate personale e sussidi ospedalieri per affrontare la situazione. Non fate passare altro tempo prima che sia troppo tardi. Ci sono pazienti ancora asintomatici e non sono stati effettuati ancora i tamponi a tutti».