Molestie sessuali al Policlinico di Messina. Indagini in corso

MESSINA. Il Policlinico Universitario di Messina finisce nell’occhio del ciclone a causa di un presunto caso di abusi sessuali che si sarebbe verificato nella struttura ospedaliera la notte tra domenica e lunedì scorsi. A denunciare l’accaduto una donna di settant’anni che era ricoverata. Le accuse sono rivolte nei confronti di un infermiere, un 50enne.  

Indagini in corso. I carabinieri, che stanno seguendo il caso, hanno già interrogato diverse persone e sequestrato tutto quello che è possibile per risalire alla verità.

La donna sarebbe stata anche stordita con farmaci o droghe prima di subire violenza.

Anche la direzione del Policlinico ha avviato un’indagine interna. Accertamenti legati alla possibile  somministrazione di farmaci che avrebbero già dato esito positivo, un riscontro a quanto denunciato dalla signora. Gli esami tossicologici hanno infatti evidenziato valore alti, tanto che un infermiere è stato allontanato e messo in ferie forzate in attesa di chiarire tutti i contorni della vicenda, mentre la donna è stata spostata di reparto e accompagnata anche per le necessarie verifiche.